Educare un figlio non è facile

10303747_746666272092115_3579077650885843032_nperché il cuore si mette in mezzo
tra il sentimento che vorrebbe proteggerlo
e la necessità di educarlo.
Non desideri che lui soffra,
ma devi dargli aiuto nel modificare sé stesso.
Non ti hanno insegnato a fare il genitore
quindi vai a tentoni…
i tuoi ricordi del passato bambino
ti aiutano…
ma non bastano a farti capire la diversità tra te e lui.
Cosa quindi conviene insegnarli?
Non tanto un mestiere,
perché lavorerà come meglio potrà,
per quanto la società di domani potrà offrirgli…
ma il tuo dovere è donargli l’onestà e l’umiltà
aborrendo il denaro come atto primario
della sua giovane vita.
Deve realizzare la sua crescita
e per farlo ha bisogno di calma e tranquillità,
quindi non stare lì a piangere miseria
…ma incoraggialo a far bene
quel che può fare.
I principi sono quelli donatici da Gesù
e non altri…
la misericordia, la bontà, l’amore e l’umiltà
…il primariato della famiglia che nega l’egoismo.
Quindi non confonderti cosa devi fare con lui,
perché il tuo compito di genitore
e di portarlo a Dio
e niente altro…
ti sembra poco o facile?
Provaci.

Precedente Il cuore di una mamma Successivo Salsicce contaminate da listeria, l'allerta alimentare: via dagli scaffali dei negozi

One thought on “Educare un figlio non è facile

I commenti sono chiusi.