ATTENZIONE:NON PRENDETE IN CONSIDERAZIONE QUESTA BUFALA

12143192_144197649267246_1147165340442012439_nDal momento che molte persone sono sole quando subiscono un attacco di cuore, senza aiuto, la persona il cui cuore batte in modo improprio e che comincia a sentirsi debole, ha solo circa 10 secondi prima di perdere conoscenza. Tuttavia, queste vittime possono aiutare se stessi cercando di tossire ripetutamente e vigorosamente. Devono riuscire a eseguire un respiro profondo prima di ogni colpo di tosse, e la tosse deve essere profonda e prolungata, vigorosa come prodotta all’interno del torace.
Il respiro e tosse deve essere ripetuto ogni due secondi senza fermarsi fino a raggiungere qualcuno che possa aiutare o fino a quando si sente che il cuore batte normalmente. I respiri profondi trasportano l’ossigeno ai polmoni e i movimenti di tosse che spingono il cuore riescono a mantenere il sangue circolante. La pressione di compressione sul cuore aiuta anche a ripristinare il ritmo normale. In questo modo, le vittime di attacco di cuore possono riuscire ad arrivare ad un ospedale.
Un cardiologo dice.. “Se chiunque vede questo messaggio lo invia ad altre persone o lo condivide, si può scommettere che salveremo almeno una vita.”
(M.B.)

NON CAPISCO COME LE PERSONE POSSONO GIOCARE SULLA SALUTE DELLE PERSONE

CONDIVIDETE

PER SMENTIRE QUESTO LINK CHE GIRA DA TEMPO SUL WEB

ANGELO MIO CUSTODE (bellissima)

ryjqrqt7mu3 (1)Angelo mio Custode, creato dal buon Dio solo per me, io mi vergogno d’averTi accanto, perché non sempre Ti ho obbedito. Più volte ho sentito la Tua voce, ma ho volto lo sguardo sperando che nostro Signore fosse di Te più clemente. Povero illuso!
Ho voluto dimenticare che sei Tu il Suo mandato a vegliarmi accanto. E’ a Te perciò, che sempre mi devo rivolgere nelle avversità della vita, nelle tentazioni, nelle malattie, nelle decisioni da prendere.
Perdonami, Angelo mio, e fammi sentire spesso la Tua presenza. Ricordo quei giorni e quelle notti che parlavo con Te e che Tu mi rispondevi dandomi tanta serenità e pace, comunicandomi i raggi della Tua luce, misteriosa ma reale.
Tu sei parte dello Spirito di Dio, dei Suoi attributi, delle Sue potenze. Tu sei spirito mai macchiato dal male. I Tuoi occhi vedono con gli occhi del Signore, buono, dolce, amabile intercessore. Tu sei il mio servitore. Ti prego, obbediscimi sempre e aiutami a obbedirTi.
Or Ti chiedo una grazia particolare: di scuotermi nel momento della tentazione, di confortarmi al momento della prova, di fortificarmi nel momento della debolezza e di andare sempre a visitare quei luoghi e quelle persone dove la mia fede Ti invierà. Tu sei un buon rappresentante. Porti nelle Tue mani il libro della mia vita e le chiavi dell’eternità per l’anima mia.
Quanto Ti amo Angelo mio!
Nel Tuo volto vedo il mio Dio, nei Tuoi occhi trasparenti tutte quelle genti che hanno bisogno di misericordia. Sotto le Tue ali mi nascondo e mi pento di non averTi sempre ascoltato, ma Tu sai Angelo mio, che Ti ho tanto amato e stretto nel mio cuore come il mio più grande protettore.
Mi hai sempre servito senza essere retribuito; in cambio Ti ho promesso tante cose, ma non sempre sono stato capace di mantenerle. Aiutami Tu a vivere meglio la mia vita e, nel momento della mia agonia, presentami a Maria, la Madre mia amatissima, la Santissima Madonna, Vergine Potente, cosicché Lei, che mi ha fatto conoscere il Suo Unigenito Figlio, mi porti al Suo giudizio finale nell’eternità beata.
Ma ora, che ancora sono sulla terra, a Te affido, oltre che l’alma mia, anche quella dei miei figli e dei miei fratelli, degli amici e dei nemici, ma ancor più di tutti quelli che ancora non sanno d’essere figli di Dio. Amen.

CANZONE DELLA FATA CASTAGNA

12106805_767706726691510_8009863534188698354_n (1)Castagne, dolci castagne,
da prendere e mangiare,
e d’Inverno conservare,
da far calde, che cuccagna!
Come i ricci, lo vedrete,
hanno dei gusci spinosi,
ma di dentro, saporose,
le castagne troverete,
fino a quando, poi, il guscio,
come sa bene ogni Fata,
si spalanca, e fuori esce
la Castagna prelibata!
Cicely Mary Barker

PREGHIERA A SAN GIOVANNI BATTISTA

san-giovanni-battista1San Giovanni Battista, che fosti chiamato da Dio a preparare la via
al Salvatore del mondo e invitasti le genti alla penitenza e alla conversione,
fa’ che il nostro cuore sia purificato dal male perché diveniamo degni di
accogliere il Signore.
Tu che avesti il privilegio di battezzare nelle acque del Giordano il Figlio di Dio
fatto uomo e di indicarlo a tutti quale Agnello che toglie i peccati del mondo,
ottienici l’abbondanza dei doni dello Spirito Santo e guidaci nella via
della salvezza e della pace. Amen.

Ci Sono Le Donne, E Poi Ci Sono Donne Donne

1959240_384831828324541_1200116231_nE quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza. Le devi prendere e basta. Devi prenderle e baciarle, e non dare loro il tempo di pensare. Devi spazzare via, con un abbraccio che toglie il fiato, quelle paure che ti sapranno confidare una volta sola, una soltanto, a bassa, bassissima voce. Perché si vergognano delle proprie debolezze e, dopo avertele raccontate, si tormenteranno – in un’agonia lenta e silenziosa – al pensiero che, scoprendo il fianco, e mostrandosi umane e fragili e bisognose per un piccolo fottutissimo attimo, vedranno le tue spalle voltarsi ed tuoi passi allontanarsi. Perciò prendile e amale. Amale vestite, che a spogliarsi son brave tutte. Amale indifese e senza trucco, perché non sai quanto gli occhi di una donna possano trovare scudo dietro un velo di mascara. Amale addormentate, un po’ ammaccate quando il sonno le stropiccia. Amale sapendo che non ne hanno bisogno: sanno bastare a sé stesse. Ma, appunto per questo, sapranno amare te come nessuna prima di loro.

(Cit.)