IL VALORE DI UNA PERSONA…. (stupenda, leggetela)

20-euro-imagesUn professore mostra un biglietto da 20 € e chieda ai suoi studenti: “Chi vuole questo biglietto?”
Tutte le mani si alzano.
Allora comincia a sgualcire il biglietto e poi chiede di nuovo: “Lo volete ancora?”
Le mani si alzano di nuovo.
Getta per terra il biglietto sgualcito, lo pesta con i piedi e chiede: “Lo volete sempre?”
Tutte le mani si rialzano.
Quindi dice: “Avete appena avuto una dimostrazione pratica! Importa poco ciò che faccio con questo biglietto, lo volete sempre, perché il suo valore non è cambiato. Vale sempre 20 €”.
Molte volte nella vostra vita, sarete sgualciti, rigettati dalle persone e dagli avvenimenti. Avrete l’impressione di non valere più niente, ma il vostro valore non sarà cambiato agli occhi delle persone che vi amano davvero.
Anche nei giorni in cui sentiamo di valere meno di un centesimo, il nostro vero valore rimarrà lo stesso.
(web)

Se è tutto ciò…..è VERO AMORE!!! – (leggetela…)

nonni-10405482_755172514520348_3987027173421921968_nUn giorno un vecchio mi disse:
“Quando incontri qualcuno, e questo qualcuno ti fa fermare il cuore per alcuni secondi: fai attenzione, questo qualcuno potrebbe essere la persona più importante della tua vita.

Se gli occhi si incrociano e in quel momento c’è la stessa luce intensa tra loro: stai allerta, può essere la persona che stai aspettando dal giorno che sei nato.

Se il tocco delle labbra è stato intenso, se il bacio è stato appassionante e gli occhi si sono riempiti di acqua in quel momento: rifletti, c’è qualcosa di magico tra voi.

Se il primo e l’ultimo pensiero del giorno è per quella persona, se il desiderio di stare insieme arriva a stringerti il cuore: ringrazia Dio, ti ha mandato un dono divino…l’amore.

Se un giorno doveste chiedere perdono l’uno a l’altro per qualche motivo e in cambio ricevere un abbraccio, un sorriso, una carezza fra i capelli e i gesti varranno più di mille parole: arrenditi, voi siete fatti l’uno per l’altro.

Se per qualche motivo lei fosse triste, se la vita le avesse inflitto un colpo e tu sarai lì a soffrire il suo dolore, a piangere le sue lacrime e asciugarle con affetto: che cosa meravigliosa!
Lei potrà contare su di te in qualsiasi momento della vita.

Se riesci col pensiero a sentire l’odore della persona come se si trovasse al tuo fianco, e se la trovi meravigliosamente bella anche quando indossa un vecchio pigiama, ciabatte e ha i capelli arruffati…
Se non riesci a lavorare per tutto il giorno, emozionato per l’appuntamento che avete…
Se non riesci ad immaginare in nessun modo un futuro senza quella persona…
Se hai la certezza che la vedrai invecchiare e, anche così, sei convinto che continueresti ad essere pazzo per lei…
Se preferiresti morire prima di vedere l’altra andarsene…

…allora vuol dire che IL VERO AMORE è entrato nella tua vita! E’ un dono!”

(Carlos Drummond de Andrade)

Lettera di una mamma alla figlia

pezzo25Un giorno, all’improvviso

mentre ti starai pettinando, in silenzio

o mentre ti infilerai una calza
ti verrà in mente un mio gesto
e ti ritroverai a sorridere pensandomi.

Un giorno, all’improvviso

pedalando veloce sotto le prime gocce

di una calda pioggia di settembre

sentirai un odore arrivarti al naso

e risvegliare un ricordo di mestoli e tegami

e mi vedrai davanti al fuoco, per un attimo.

Un giorno, all’improvviso

farai qualcosa che facevo anch’io

proprio allo stesso modo in cui la facevo io

e te ne meraviglierai moltissimo

perché non avresti mai pensato

di potermi somigliare così tanto.

Un giorno, all’improvviso

ti guarderai il dorso delle mani

e con il pollice e l’indice

ti pizzicherai la pelle , sollevandola

e conterai il tempo che impiega a stendersi

pensando a quando lo facevi alle mie mani

Un giorno, all’improvviso

ti ritroverai stanca, ad abbracciare un figlio

mi chiederai scusa per le volte che ho pianto

sapendo già che ti son state tutte perdonate.

E ti mancherò da fare male

Ma sarò con te in ogni gesto

o nel muoversi delle foglie

nel frusciare di un gatto nel giardino

o nelle orme di un pettirosso sulla neve

come solo l’eterna presenza di una madre lo può.

C. Turroni

IL SEGRETO DELLA LUNGA VITA, LE DONNE BASSE VIVONO DI PIU’

Per diverso tempo ci si è interrogati su quale fosse il segreto per una lunga vita, trattamenti estetici e rimedi naturali possono solo mascherare i difetti dell’età che avanza senza però migliorarne la durata.

A quanto pare l’elisir di lunga vita starebbe nella genetica, lo afferma una ricerca americana:

“Le donne basse hanno maggiori possibilità di vivere più a lungo, rispetto alle donne alte ciò accade grazie alla connessione tra l’ormone della crescita ed il mediatore chimico GFI-I, che nelle donne di bassa statura subisce una positiva trasformazione”. Ha affermato Nir Barzilai, direttore dell’Istituto per la Ricerca sull’Invecchiamento presso l’Albert Einstein College of Medicine di New York City.

10394014_619336821535904_4006453853022720520_nLa ricerca è iniziata attraverso lo studio dei ashkenazi, popolazione ebrea, abitante nelle zone dell’Europa dell’est, con caratteristiche uniformi, in quanto discendente da un’unica famiglia e quindi compatibile con la ricerca.

Le donne anziane e basse, anche se avevano fumato per circa tre quarti della loro vita e non avevano mai praticato sport, presentavano una suddetta mutazione genetica.

I ricercatori ritengono, che attraverso la creazione di farmaci che controllano e agiscono sul fattore di crescita IGF-I, potrebbe essere possibile rallentare in maniera esponenziale il processo di invecchiamento fisico.

Questo porterebbe le persone a vivere molto di più di ciò che si aspetti, una cosa da tenere in considerazione nel bene e nel male: è davvero la cosa giusta far si che le persone vivano così a lungo, oltre il tempo che gli spetta?

Come riconoscere il tradimento maschile? Ecco i segnali da non trascurare

Anche nelle relazioni più stabili arriva un momento in cui l’uomo può lasciarsi andare all’infedeltà: quali sono i segnali per capirlo? Scopriamoli insieme.

Anche le relazioni più stabili prima o poi devono affrontare dei momenti difficili, le cause? Lo stress del lavoro, le incomprensioni o la stanchezza per il tanto tempo passato insieme.

Il calo d’interesse maschile potrebbe essere segnale di evasione della coppia che porta l’uomo a cercare altrove nuovi stimoli.

tradimento-maschile-1Per questo motivo bisogna cercare di tenere bene gli occhi aperti e capire quando l’uomo sita prendendo la strada dell‘infedeltà. Come fare? Dobbiamo imparare a riconoscere alcuni segnali.

Il primo segnale è quando il partner inizia a riempirvi di scuse con tante parole ( quando di solito è silenzioso) per cercare di spiegare delle uscite improvvise. Ma questo è solo il prepararsi il terreno, infatti, quando poi avrà effettivamente bisogno di uscire per “altre cose”, sarà già pronto a rifilarvi nuovamente una scusa già testata.

Altro campanello di allarme è quando, seppur trascorrete dei bei momenti insieme, il vostro compagno ha degli attacchi di nervosismo immotivati nei vostri confronti. Prima felice e poi triste? Probabilmente sta cercando un modo per evadere.

Fate attenzione alla reazione del vostro lui nel caso parlate di altre coppie instabili e infedeli, se lui cerca di giustificarle allora c’è qualcosa sotto.

LEGGI ANCHE: 5 BUONI CONSIGLI PER SUPERARE UN TRADIMENTO

In realtà non sta cercando altra compagnia femminile ma un modo per evadere e avere altre possibilità. E allora cosa fare? Ricordategli delle volte in cui stava giù e gli è bastato fare una serata con gli amici per riprendersi, eviterete che si lasci andare a delle confidenze con altre donne che potrebbero diventare troppo intime.

State passeggiando mano nella mano e incontrate per caso una sua nuova collega che si stupisce nel vedervi insieme? Questo è un pessimo segno, vuol dire che sta cercando un modo per tenervi fuori dalla sua vita e dare libero accesso ad altre donne.

Quindi, care donne, occhi aperti e state attente al mio segnale.

LA CIOTOLA DEL NONNO… (stupenda)

ciotola-10690177_604440509684800_9033309874514381495_nC’era una volta un uomo molto anziano che camminava a fatica; le ginocchia gli tremavano, ci vedeva poco e non aveva più neanche un dente. Quando sedeva a tavola, reggeva a malapena il cucchiaio e versava sempre il brodo sulla tovaglia; spesso gliene colava anche dall’angolo della bocca. Il figlio e la nuora provavano disgusto, perciò costringevano il vecchio a sedersi nell’angolo dietro la stufa e gli davano da mangiare in una brutta ciotola di terracotta. Il poveretto guardava sconsolato il loro tavolo, con gli occhi lucidi.
Un giorno le sue mani, sempre tremanti, non riuscirono a reggere la ciotola, che cadde a terra e andò in pezzi.
La donna lo rimproverò, ma il vecchio non disse nulla e sospirò.
Allora per pochi soldi gli comprarono una ciotola di legno. Mentre sedevano in cucina, si accorsero che il figlioletto di quattro anni armeggiava per terra con dei pezzetti di terracotta. «Che cosa stai combinando?» gli domandò il padre. «Ecco… – rispose il bambino – sto accomodando la ciotola per farci mangiare te e la mamma quando sarete vecchi».
I genitori, allora, si guardarono e scoppiarono in lacrime.
Fecero subito sedere il vecchio nonno al loro tavolo e da quel giorno lo lasciarono mangiare sempre assieme a loro. E quando versava il brodo non dicevano più nulla.

(Fiaba dei fratelli Grimm)

Un antidolorifico da 10 e lode (più potente del cortisone), ecco come lo zenzero ti libera dal “male”

Quando si dice che la natura è un miracolo, non lo si dice tanto per dire, ma perché è esattamente così… Per esempio la natura fornisce tutta una serie di sostanze davvero preziose. Prendiamo lo zenzero, oltre a bruciare i grassi e a essere un ottimo rimedio contro il raffreddore, lo zenzero è anche un antidolorifico davvero potente. È quanto emerso da uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Copenhagen secondo il quale lo zenzero sarebbe più efficace dell’ibuprofene e addirittura del cortisone per trattare le infiammazioni.

(Continua leggere dopo la foto)zenzeroLo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Arthritis. Dallo studio è emerso come l’ibuprofene, uno dei più comuni farmaci antidolorifici, non abbia alcun effetto sulla produzione di citochine, delle molecole proteiche che possono causare infiammazione nell’organismo e portare alla comparsa del dolore. Sono stati invece identificati come antinfiammatori efficaci sia il cortisone che l’estratto di zenzero. Inoltre, a differenza del cortisone, lo zenzero non ha effetti collaterali: la somministrazione di cortisone può invece condurre alla comparsa di conseguenze indesiderate per l’organismo come gonfiore, debolezza muscolare,pressione alta, ansia e problemi di insonnia. Inoltre lo zenzero è molto utile per prevenire il raffreddore o ad alleviare il mal di gola. Mangiandone infatti un pezzetto fresco, si hanno subito dei grandi benefici. Per di più lo zenzero calma la tosse: un infuso di zenzero aiuta a eliminare il muco dalle vie respiratorie e anche a curare la tosse.

LE DONNE FORTI: difficili ma speciali… (leggetela)

donna1Le donne forti le riconosci, non passano inosservate.
Quando camminano senti la loro presenza, quando arrivano senti che qualcosa cambia.
Non sono donne facili, perché non si accontentano, perché vogliono e cercano qualcosa di più. Non hanno paura delle sfide per trovare ciò che hanno nel cuore, non hanno paura nemmeno di soffrire per inseguire i loro ideali.
Non vogliono piacere a tutti le donne forti, vogliono piacere soprattutto a se stesse. Quando le donne forti ti guardano non vedi solo i loro occhi. C’è qualcosa di più. È la loro anima che scorgi, ha il colore del sole e la luce della luna.
Quando le donne forti si muovono non c’è solo il loro corpo ma ci sono anche i loro sogni, le loro speranze, la fiducia che hanno in se stesse e negli altri.
Le donne forti non sono come tutti gli altri, ascoltano anche il loro lato più istintivo, ridono e piangono senza vergognarsi e se ne hanno voglia si siedono per terra o camminano scalze come se fosse la cosa più normale del mondo.
Le donne forti non sono donne che non sbagliano mai ma sono donne che affrontano i loro sbagli con la forza dell’anima. I fallimenti e le sconfitte diventano terreno fertile per imparare, per migliorare.
Diventano il luogo dove l’anima trova gli spazi per crescere.
Le donne forti sono in grado di vestirsi di niente ma di sembrare tutto. È la loro anima che le veste, è la forza di se stesse che le circonda. Ed è proprio questa loro presenza, a volte difficile, che merita di averle conosciute.
(S. Oberhammer)bimba-59

NON MI FERIRE, PERCHÉ CI HA GIÀ DURAMENTE PENSATO LA VITA…

donna-73Non giudicarmi, perché non hai mai portato il mio dolore.
Non mi riversare addosso colpe,
quando già fatico a portare le mie.
Non mettermi il peso di parole amare,
quando ho macigni sulle spalle.
Sfiorami con una carezza, quando mi vedi tremare.
Baciami con parole di pace, quando vorrei piangere.
Avvicinati con comprensione, se non capisci i miei silenzi.
Fasciami le ferite dell’anima , con la dolcezza di uno sguardo.
Sollevami dalla fatica della solitudine, con un sorriso sincero.
E amami con la stessa certezza ,con cui un’alba pone fine alla notte.

In ogni rapporto umano, la cosa più importante è parlare…

natale-fuoco-1452149_10152064532752184_1584635920_nMa le persone non lo fanno più: non sanno più sedersi per raccontare e ascoltare gli altri.
Si va a teatro, al cinema, si guarda la televisione, si ascolta la radio, si leggono libri, ma non si conversa quasi mai.
Se vogliamo cambiare il mondo, dobbiamo tornare al tempo in cui i guerrieri si riunivano intorno a un falò a raccontare le loro storie…
(P. Coelho)